La giustizia italiana…

Cosa dire sulla giustizia italiana? Non dite lenta perchè sarebbe troppo banale…

Di certo non si tratta di giustizia. Alcuni esempi?

Fabrizio Corona viene condannato a 5 anni per l’estorsione compiuta contro David Trezeguet per alcune foto da lui scattate, foto peraltro che son state restituite assieme al risarcimento del danno. Ricordiamo che lo stesso “pericolosissimo latitante” (eufemismo) era stato ricercato dalla polizia italiana con tanto di mandato internazionale ed è stato braccato nella penisola iberica. Nemmeno fosse un mafioso pluripregiudicato o un terrorista di Al Qaeda. 

Silvio Berlusconi viene condannato a 7 anni più interdizione perpetua dai pubblici uffici per il caso Ruby (dove la stessa presunta vittima: Karima El Mahroug detta Ruby dichiara di non aver subito nessuna violenza o avance… e non cito tutte le altre incongruenze e assurdità dell’impianto dell’accusa che davvero lasciano allibiti e sconcertati).

Lele Mora, Emilio Fede vengono condannati a 7 anni e interdizione perpetua dai pubblici uffici e Nicole Minetti a 5 anni e duemila euro di multa per presunta induzione alla prostituzione (sempre per il suindicato processo Ruby).

Ottaviano del Turco viene condannato a 9 anni e 6 mesi più interdizione perpetua per presunte tangenti nella sanità ma mancano assolutamente le prove poichè non v’è traccia di mazzette nè di passaggi di denaro.

Pene pesantissime a fronte di altri eposodi di cronaca giudiziaria che lasciano di stucco:

3 luglio 2013 cittadino rumeno di 29 anni guida in stato di ebbrezza e travolge un gruppo di persone e viene arrestato per tentato omicidio e omissione di soccorso ma il Gip che cosa fa? Non convalida l’arresto e lo lascia libero.

29 settembre 2012 un 54enne rumeno accusati di palpeggiamenti e abusi sessuali su una minorenne di anni 14 a Bitonto è stato arrestato ma subito dopo liberato dal Gip perchè la testimonianza della madre (unica testimone del fatto accaduto in un condominio) non è risultata convincente.

2 giugno 2011 Roma un cittadino rumeno ha investito, guidando in stato di ebbrezza, una 16 enne che andava in bicicletta ma è stato subito scarcerato con il solo obbligo di dimora dalle 18 alle 8.

9 luglio 2013 un poliziotto che si trovava sulla statale 107 per prestare soccorso a un’auto in panne è stato travolto e uccido da un ragazzo italiano che guidava l’auto in evidente stato di ubriachezza. Dopo l’incidente il ragazzo ha tentato anche la fuga ma è stato fermato. Il Gip convalida l’arresto ma il Giudice concede gli arresti domiciliari…

E la lista sarebbe infinita, quasi quotidiana…

Con questo cosa voglio dimostrare? Semplice che la giustizia Italiana condanna maggiormente i reati contro la P.A. piuttosto che quelli a danno delle persone e che molte sentenze hanno uno strano odore di politicità che si inizia, per fortuna, a sentire non solo in ambienti di centro destra ma anche nel centro sinistra il che significa che presto o tardi il Parlamento dovrà occuparsi della Magistratura magari anche con la tanto attesa e disattesa separazione dei ruoli che garantirebbe più sicurezza e più uguaglianza.

 

Daniele

La giustizia italiana…ultima modifica: 2013-07-24T14:51:31+02:00da diarioitaliano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento